Venezia e il Vicentino: fiumi canali e laguna. Storie di acque e di comunità.

Archivio di Stato e Cinema-teatro di Debba - Archivio di Stato di Vicenza in collaborazione con Insieme per Debba e Associazione Recupero e Salvaguardia Archivi Storici

Vicenza, 26 marzo e 10 aprile, Debba, 9 maggio, Venezia 27 settembre 2014 - Categoria 1 (es. Convegni, conferenze, corsi)

Tre incontri per riscoprire la storia dei nostri fiumi e la ricchezza delle loro risorse. Da alcuni anni le condizioni dei corsi d'acqua si sono imposte alla nostra attenzione con forza e preoccupazione ricordandoci quanto sia stretto il legame tra le comunità umane e le risorse naturali. L'iniziativa nasce dalla collaborazione dell'Archivio con due associazioni attive sul territorio anche se con finalità diverse, Insieme per Debba e Associazione per il Recupero e la Salvaguardia degli Archivi Storici. Nel pieghevole troverete il programma dettagliato. I relatori sono Salvatore Ciriacono (26 marzo ore 17,00 in Archivio) del Dipartimento di Storia dell'Università di Padova che affronterà con visione storica il rapporto tra la Repubblica di Venezia e la provincia del Vicentino per ciò che riguarda le destinazioni d'uso delle risorse idriche sia per finalità agricole sia in una dimesione protoindustriale. Nel secondo incontro (10 aprile ore 17,00 in Archivio) Reginaldo Dal Lago, autore di storie su Fimon, Lapio e Pianezze, proporrà le bonifiche realizzate in vaste zone del territorio vicentino e in particolare quelle che hanno interessato l'area berica. Il terzo (9 maggio, ore 20,30 a Debba) avrà come come relatore Claudio Grandis. I suoi libri sui corsi fluviali ne fanno l'interlocutore privilegiato per raccontarci la storia del vaso di Debba. Proprio a Debba, nella seconda metà del Cinquecento, un ricco mercante veneziano intervenne a finanziare la costruzione di una conca. Le conferenze sono gratuite e aperte a tutti su prenotazione allo 0444510827 o as-vi@beniculturali.it. Il ciclo si chiuderà con una visita guidata a Venezia per sabato 27 settembre. Le prenotazioni si raccolgono a partire dal 10 settembre.